Keith Haring in mostra a Palazzo Tarasconi di Parma

Artsupp
Artsupp

Palazzo Tarasconi, a Parma, ospita Keith Haring Radiant Vision fino al 4 Febbraio 2024.

La mostra si propone come un proseguimento del percorso espositivo dedicato all’arte americana già avviato con la mostra su Roy Lichtenstein.Variazioni Pop.

Visita la mostra Keith Haring Radiant Vision a Palazzo Tarasconi con l’Artsupp Card e scopri tutti i vantaggi della card in più di 170 istituzioni culturali!

Keith Haring, cenni biografici

Keith Haring nasce il 4 Maggio 1958 in Pennsylvania.

Da ragazzo inizia a studiare grafica pubblicitaria ma dopo solo due semestri, abbandona gli studi.

In breve tempo entra però in contatto con diversi artisti e nel 1978 organizza la sua prima mostra. L’anno dopo incontra Jean Michel Basquiat.

Si trasferisce a New York alla ricerca di nuove sfide artistiche e ben presto si inserisce nella scena cittadina, diventandone uno dei maggiori esponenti.

Keith Haring in mostra a Palazzo Tarasconi di Parma
Keith Haring, foto Elle Decor

Keith Haring Radiant Vision

A Palazzo Tarasconi con Keith Haring Radiant Vision arrivano 130 opere del più celebre artista pop degli anni ’80.

I lavori esposti provengono da una collezione privata, tra litografie, serigrafie, disegni su carta e manifesti e ripercorrono l’intera carriera di Haring che seppur breve, fu estremamente prolifica.

Keith Haring ha dettato delle nuove regole all’arte contemporanea, integrando la controcultura del centro di New York con i tratti dell’aristocrazia artistica dei quartieri alti.

Grazie ai disegni in mostra, possono essere approfonditi i diversi aspetti della vita e della produzione dell’artista.

Keith Haring in mostra a Palazzo Tarasconi di Parma
Keith Haring Radiant Vision

Haring, artista vicino al sociale

Keith Haring Radiant Vision è un vero e proprio tributo all’artista che, nel corso della sua vita, fu sempre vicino ai più deboli, appassionato sostenitore della giustizia sociale, specie delle cause vicine ai giovani sostenendo la loro salute e i loro diritti e supportando il loro sviluppo creativo.

Molte delle opere di Haring, nonostante siano tutte estremamente significative, sono prive di una spiegazione e soprattutto sono senza titolo, cosa che concede al pubblico la libertà di sceglierne uno diventando parte effettiva nella creazione dell’opera.


Se ti interessano anche tutte le altre mostre da non perdere 2023 a RomaVeneziaNapoliTorino e Milano, ti consigliamo i nostri approfondimenti:

Roma: le principali mostre 2023

Venezia: mostre da vedere nel 2023

Mostre a Napoli: quali vedere nel 2023

Torino: le mostre 2023

Mostre a Milano 2023: le cinque imperdibili

(Visited 29 times, 1 visits today)