Cerca
Close this search box.

Roma: le principali mostre 2024

Picture of Artsupp
Artsupp


Ecco il programma di mostre a Roma per il 2024!

Roma  amplia la sua programmazione culturale – già ricca – con le mostre di arte contemporanea, arte moderna, fotografia e design.

Ce n’è davvero per tutti! Per aiutarvi a scegliere quale visitare, noi di Artsupp in questo articolo vi proponiamo le mostre 2024 imperdibili nella città di Roma.

Se vuoi scoprire tutte le mostre in programma e in corso a Roma vai su Artsupp.com e vedi l’elenco completo delle mostre a Roma 2024.

Artista alla GNAM: Emilio Isgrò protagonista 2024 fino al 31 Dicembre 2024

Emilio Isgrò è il primo arista nell’ambito dell’iniziativa Artista alla GNAM che propone un programma di “artisti in visita”, con la formula “un anno, un artista, una sala”.

La GNAM ospiterà un artista italiano per un anno, organizzando una serie di incontri ed esponendo in una sala una selezione significativa delle sue opere.

Emilio Isgrò, una delle più autorevoli della cultura italiana, è stato selezionato per il 2024 in occasione dei sessant’anni della “Cancellatura”: un gesto artistico radicale che ha rivoluzionato il linguaggio dell’arte a livello internazionale.

Isgrò cancella Isgrò

Impressionisti l’alba della modernità al Museo Storico della Fanteria fino al 28 Luglio 2024

La mostra Impressionisti l’alba della modernità al Museo Storico della Fanteria dal 30 Marzo al 28 Luglio, celebra i 150 anni dalla nascita ufficiale dell’Impressionismo, datata 15 aprile del 1874.

La mostra evidenzia il prezioso contributo di collezionisti privati grazie ai quali oggi è possibile ammirare oltre 160 opere originali di ben 66 artisti, usualmente poco o mai esposte. 

Ti ricordiamo che puoi visitare la mostra con l’Artsupp Card e scoprire tutti i vantaggi della Card in più di 180 istituzioni culturali!

Deux canots échoués Claude Monet 1857 Disegno

Carla Accardi a Palazzo Esposizioni fino al 9 Giugno 2024

Palazzo Esposizioni e la città di Roma celebrano Carla Accardi in occasione del centenario della sua nascita, con una grande mostra antologica che si configura come la più esaustiva mai dedicata all’artista.

Carla Accardi è stata per mezzo secolo protagonista della cultura visiva italiana e internazionale. In mostra circa cento opere, datate dal 1946 al 2014, articolate in un percorso cronologico che include porzioni di allestimenti concepiti dalla stessa Carla Accardi, dedotti dalla documentazione fotografica che ha consentito di ricostruire anche la sala personale alla Biennale di Venezia del 1988.

Grande capriccio viola Carla Accardi 1988 Vinilico su tela grezza, dittico

Raffaello, Tiziano, Rubens Capolavori dalla Galleria Borghese a Palazzo Barberini fino al 30 Giugno 2024

Fino al 30 giugno 2024, con la mostra Raffaello, Tiziano, Rubens Capolavori dalla Galleria Borghese a Palazzo Barberini, le Gallerie Nazionali di Arte Antica e Galleria Borghese mettono in campo un’inedita collaborazione per permettere al pubblico di continuare a fruire del patrimonio conservato al primo piano della Galleria Borghese anche durante l’ambizioso progetto di PNRR.

Cinquanta opere verranno infatti trasferite nell’Ala Sud del piano nobile di Palazzo Barberini: un’occasione unica per mettere in dialogo due collezioni che condividono una storia simile, legata a due figure cruciali della vita politica e culturale romana del Seicento, Maffeo Barberini e Scipione Borghese, in un’ideale vicinanza storica e culturale.

Dama con liocorno Raffaello Sanzio 1506  Olio su tela applicata a tavola

Ambienti 1956 – 2010 Environments by Women Artists II al Maxxi fino al 20 Ottobre 2024

La mostra al Maxxi dal titolo Ambienti 1956 – 2010 Environments by Women Artists II mette in luce il contributo fondamentale delle donne alla storia di questa espressione artistica e rappresenta il capitolo successivo del progetto espositivo di Inside Other Spaces.

In mostra opere di Micol Assaël, Monica Bonvicini, Judy Chicago, Lygia Clark, Laura Grisi, Zaha Hadid, Aleksandra Kasuba, Kimsooja, Christina Kubisch, Léa Lublin, Nalini Malani, Marta Minujín, Tania Mouraud, Pipilotti Rist, Martha Rosler, Esther Stocker, Nanda Vigo e Tsuruko Yamazaki.

Ambienti 1956 – 2010 Environments by Women Artists II

Se ti interessano anche tutte le altre mostre da non perdere 2024 VeneziaNapoliTorino e Milano, ti consigliamo i nostri approfondimenti:

Venezia: mostre da vedere nel 2024

Mostre a Napoli: quali vedere nel 2024

Torino: le mostre 2024

Mostre a Milano 2024: le cinque imperdibili

Vuoi scoprire tutti i musei, le mostre e gli eventi a Roma? Clicca qui!
(Visited 33.222 times, 3 visits today)