Cerca
Close this search box.

Le mostre per la primavera 2024: i nostri consigli

Picture of Artsupp
Artsupp

La stagione invernale ci sta per lasciare, lasciando il posto ai mesi più miti.

Per celebrare l’arrivo della primavera ecco le mostre primavera 2024 da vedere in giro per l’Italia: protagonista è sicuramente il Rinascimento che è in esposizione sia a Bassano del Grappa che a Forlì, dove arrivano i Preraffaeliti.

In primavera ci farà ancora compagnia Caravaggio, ad Asti, e il Liberty a Palermo.

Di seguito trovate tutte le mostre primavera 2024 da vedere.

Rinascimento in bianco e nero L’arte dell’incisione a Venezia (1494-1615) al Museo Civico di Bassano del Grappa fino al 23 Giugno 2024

Dal 2 marzo al 23 giugno 2024, i Musei Civici di Bassano del Grappa presentano la mostra Rinascimento in bianco e nero. L’arte dell’incisione a Venezia (1494-1615), una rassegna d’eccezione dedicata all’incisione veneziana e all’autentica rivoluzione che fu la nascita e la diffusione della stampa.

La mostra propone 90 capolavori grafici realizzati dai maggiori artisti del Rinascimento tra i quali Andrea Mantegna, Albrecht Dürer, Jacopo de’ Barbari, Tiziano, Tintoretto, Veronese, Cornelis Cort, Agostino Carracci, Giuseppe Scolari.

Visita la mostra con l’Artsupp Card e scopri tutti i vantaggi della Card in più di 180 istituzioni culturali!

Rinascimento in bianco e nero

’60 Pop Art Italia al Palazzo Buontalenti di Pistoia fino al 14 Luglio 2024

Al Palazzo Buontalenti di Pistoia inaugura la grande mostra ’60 Pop Art Italia fino al 14 luglio 2024.

La rassegna presenta 60 opere che ricostruiscono le vicende della Pop Art in Italia, attraverso i suoi maggiori esponenti, tra cui Mario Schifano, Tano Festa, Franco Angeli, Mimmo Rotella, Mario Ceroli, Pino Pascali, Fabio Mauri, Jannis Kounellis, Renato Mambor, Titina Maselli, Giosetta Fioroni, Laura Grisi, Roberto Barni, Umberto Buscioni, Adolfo Natalini e Gianni Ruffi.

Piccola Betty, Marisa Busanel

Palermo Liberty The Golden Age al Palazzo Sant’Elia di Palermo fino al 30 Maggio

A Palazzo Sant’Elia di Palermo, fino al 30 Maggio, c’è un’importante mostra dedicata all’arte, alla cultura e alla società della Palermo felicissima: Palermo Liberty The Golden Age.

Sono esposte circa 500 opere dal 1897 al 1923. Un lungo percorso espositivo che racconta le mille sfaccettature e i tanti protagonisti di una stagione unica, il Liberty.

Visita la mostra con l’Artsupp Card e scopri tutti i vantaggi della Card in più di 180 istituzioni culturali!

Le mostre 2024, quali visitare in inverno

Preraffaeliti Rinascimento moderno ai Musei San Domenico di Forlì fino al 30 Giugno 2024

Dal 24 febbraio al 30 giugno 2024 la mostra Preraffaelliti. Rinascimento moderno ai Musei San Domenico di Forlì, attraverso circa 300 opere tra dipinti, sculture, disegni, stampe, fotografie, mobili, ceramiche, opere in vetro e metallo, tessuti, medaglie, libri illustrati, manoscritti e gioielli racconta Il Preraffaellismo.

Gli artisti Preraffaelliti attinsero infatti a un’ampia gamma di influenze ed elementi storici, ispirandosi all’architettura gotica veneziana, a Cimabue, a Giotto, Botticelli, Michelangelo e tanti altri.

La vedova romana Dante Gabriel Rossetti 1874 Olio su tela

Gio Ponti Ceramiche 1922 – 1967 al MIC Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza fino al 13 Ottobre 2024

Il MIC Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza prosegue il programma di valorizzazione dei personaggi e delle grandi manifatture che hanno costruito il Made in Italy ceramico con Gio Ponti. Ceramiche 1922 – 1967 fino al 13 Ottobre 2024.

Durante la sua lunga carriera, Ponti entra in contatto con diverse realtà ceramiche italiane: la Cooperativa Ceramiche di Imola, Pietro Melandri e il contesto faentino, con le Ceramiche Pozzi, Joo e Gabbianelli, per citare le principali aziende con cui promosse percorsi e progetti unici e straordinariamente attuali. Le sue conoscenze lo vedono al centro del dibattitto culturale italiano e della definizione del razionalismo italiano.

Coppa Nautica Gio Ponti 1925 – 27 Ceramica

Spiriti selvaggi Antonio Ligabue e l’eterna caccia al Polo Museale Palazzo dei Priori di Fermo fino al 5 Maggio 2024

Spiriti selvaggi Antonio Ligabue e l’eterna caccia è la mostra al Polo Museale Palazzo dei Priori. Antonio Ligabue appare assolutamente anomalo fra i pittori del Novecento. Nella sua violenza, nella sua espressività animale, si misura soltanto con Van Gogh, del quale può considerarsi una variante italiana.

La mostra di Antonio Ligabue a Fermo è un’antologia di belve feroci che lottano per la sopravvivenza: una vera e propria giungla che l’artista immagina con allucinata fantasia fra i boschi del Po. La natura dipinta da Ligabue è il teatro di una violenza implacabile.

Spiriti selvaggi Antonio Ligabue e l’eterna caccia è la mostra al Polo Museale Palazzo dei Priori

Se ti interessano anche tutte le altre mostre primavera 2024 da non perdere VeneziaNapoliTorino e Milano, ti consigliamo i nostri approfondimenti:

Venezia: mostre da vedere nel 2024

Mostre a Napoli: quali vedere nel 2024

Torino: le mostre 2024

Mostre a Milano 2024: le cinque imperdibili

(Visited 394 times, 6 visits today)