Bologna, Orani, Firenze, Mantova e Trieste, ecco dove potete trovate le nostre cinque mostre imperdibili.

Photos a Palazzo Albergati fino al 4 Settembre 2022

Palazzo Albergati ospita la mostra fotografica Photos, fino al 4 Settembre 2022. 

Bologna accoglie, per la prima volta in Italia, la straordinaria Collezione Julián Castilla, di proprietà dell’omonimo collezionista spagnolo.

Riconosciuta come una delle collezioni private più importanti al mondo, include artisti del calibro di Alfred Stieglizt, Man Ray, Henri Cartier-Bresson, Vivian Meier, Robert Capa, André Kertèsz, Alberto Korda e Robert Doisneau.

Photos include 70 opere, la maggior parte delle quali scattate in bianco e nero che raccontano la storia della fotografia: dalla creazione dell’Agenzia Magnum e lo sviluppo del fotoreportage, passando per l’evoluzione della fotografia di moda, al racconto del presente, fino alle sfide contemporanee nell’era digitale.

Robert Capa, Morte di un miliziano, 1936, Stampa ai sali d’argento

NIVOLA E NEW YORK. Dallo showroom Olivetti alla città incredibile al Museo Nivola fino al 15 Luglio 2022

L’Italia e l’America si incontrano in Sardegna, ad Orani, presso il Museo Nivola.

La mostra NIVOLA E NEW YORK. Dallo showroom Olivetti alla città incredibile, presenta il lavoro di Costantino Nivola, scultore sardo espatriato nel 1939 negli Stati Uniti perché antifascista.

Nivola, noto per essere lo scultore per l’architettura , nel 1954 realizzò il rilievo per lo showroom di Olivetti New York dando inizio al Made in Italy oltre oceano.

Il monumentale fregio semi astratto è oggi al centro della mostra.

NIVOLA E NEW YORK. Dallo showroom Olivetti alla città incredibile approfondisce anche il rapporto dello scultore con la città americana, all’epoca incredibile e meravigliosa, che con il suo inconfondibile panorama urbano influenzerà in maniera indelebile la produzione artistica di Nivola.

Nivola assistito dalla figlia Claire, durante l’installazione al Science Building della Harvard University 1973, Fotografia

Donatello. Il Rinascimento a Palazzo Strozzi fino al 31 Luglio 2022

Inaugurata il 19 Marzo, Donatello. Il rinascimento è in mostra a Palazzo Strozzi, Firenze, fino al 31 Luglio 2022. 

Donatello torna nella città che gli fu sempre amica e dove trovò sin da subito l’appoggio dei Medici. Proprio qui diede inizio alla straordinaria stagione del Rinascimento.

Donatello. Il Rinascimento si presenta come un dialogo tra Donatello stesso e altri artisti a lui contemporanei come Brunelleschi, Masaccio, Mantegna, Bellini, Raffaello e Michelangelo.

Le sculture esposte, provenienti da circa sessanta istituzioni internazionali, sono simbolo dell’idea stessa di scultura, con una potenza di visione unica in cui si fondono le scoperte sulla prospettiva e un concetto totalmente moderno di umanità. La dimensione psicologica dell’arte di Donatello abbraccia in tutta la loro profondità le più diverse forme delle emozioni, dalla dolcezza alla crudeltà, dalla gioia al dolore più straziante.

Donatello. Il Rinascimento

Le pareti delle meraviglie. Corami di corte tra i Gonzaga e l’Europa a Palazzo Te fino al 26 giugno 2022

Le pareti delle meraviglie. Corami di corte tra i Gonzaga e l’Europa, è la mostra in corso a Palazzo Te dal 26 marzo al 26 giugno 2022.

La mostra, curata da Augusto Morari, riscopre i parati in pelle, una forma di decorazione murale un tempo molto in voga e oggi dimenticata. I Gonzaga, ad esempio, erano soliti commissionare corami di tutti i tipi e motivi provenienti da Napoli, Roma, Bologna, Ferrara e soprattutto Venezia. Anche Palazzo Te venne arredato con questi parati.

Le pareti delle meraviglie. Corami di corte tra i Gonzaga e l’Europa, sviluppata in sette sezioni accoglie prestiti da varie istituzioni museali tra cui Palazzo Madama di Torino, i musei Correr di Venezia, Stibbert e Mozzi Bardini di Firenze, e dal Museumslandschaft Hessen di Kassel.

Le pareti delle meraviglie. Corami di corte tra i Gonzaga e l’Europa

Io, lei, l’altra Ritratti e autoritratti fotografici di donne artiste ai Magazzini delle Idee fino al 26 Giugno 2022

Trieste ospita presso i Magazzini delle Idee, Io, lei, l’altra – Ritratti e autoritratti fotografici di donne artiste.

Fino al 26 giugno 2022 la mostra a cura di Guido Comis e in collaborazione con Simona Cossu e Alessandra Paulitti , ripercorre grazie a circa novanta immagini il ruolo della donna e la sua concezione attraverso immagini straordinarie di Wanda Wulz a Cindy Sherman, da Florence Henri a Nan Goldin.

Gli autoritratti, divisi in una serie di sezioni tematiche che mettono in relazione opere realizzate anche a distanza di molti anni le une dalle altre, sono simbolo di una forma di introspezione e auto indagine. 

Lionel Pasquon, Anne Leibowitz, 1993,  Fotografia