Cerca
Close this search box.

Chagall al Mudec: cento opere inedite da illustratore

Picture of Artsupp
Artsupp

Chagall è al Mudec Museo delle Culture di Milano con Marc Chagall. La storia di due mondi, una mostra curata dall’Israel Museum di Gerusalemme

L’esposizione, aperta fino al 31 Luglio 2022, affronta la ricerca artistica e il lavoro dell’artista russo, poi naturalizzato francese, da un punto di vista nuovo, concentrandosi in particolare sulla sua attività da illustratore. 

Chagall nella storia dell’arte

Chagall nasce nell’attuale città di Lesna, all’epoca Vitebsk, in Bielorussia, il 7 Luglio 1887. 

Nei suoi dipinti ritrae la vita popolare della Russia europea e numerosi episodi biblici che rispecchiano la cultura ebraica, da cui lui stesso discendeva.

I lavori di Chagall possono essere inquadrati in diverse fasi della storia dell’arte, nonostante non abbia mai aderito ufficialmente a nessuna corrente. 

Visse però in prima persona i movimenti parigini, passando per le avanguardie fino al cubismo e al fauvismo.

Come tutti gli artisti suoi contemporanei partì per Parigi che, nei primi anni del novecento, era la capitale indiscussa dell’arte e fu lì che si avvicinò alla Scuola di Parigi e ai suoi esponenti, Modigliani su tutti. 

Gli innamorati, Chagall, 1954- 55, Gouache, china, inchiostro acquerellato e acquerello su carta

L’incontro con Bella Rosenfeld, moglie e musa

L’artista ebbe una vita piuttosto movimentata e segnata da eventi chiave come ad esempio l’incontro con l’amatissima moglie, che poi divenne anche sua musa, Bella Rosenfeld

I due si conobbero nel 1909 a Vitebsk, in Bielorussia, quando Marc – poco più che ventenne – era in partenza per Parigi mentre Bella, che all’epoca aveva solo quattordici anni, era ancora una studentessa. Si sposarono nel 1915 e restarono insieme per tutta la vita, fino alla morte prematura di Bella, sopraggiunta nel 1944 mentre la famiglia si trovava a New York. 

Chagall al Mudec e “La storia di due mondi

Marc Chagall. La storia di due mondi include una selezione di oltre 100 opere donate per la maggior parte dalla famiglia e dagli amici di Chagall.

La mostra ripercorre quindi la biografia e la produzione dell’artista: dai ricordi nostalgici della città natale che rivive, ad esempio, nell’opera La via Pokrowska a Vitebsk del 1922 fino appunto al primo incontro con Bella.

Di quest’ultima egli illustrò i libri Burning Lights e First Encounter, dedicati ai ricordi della vita della donna nella comunità ebraica. 

I libri, di cui al Mudec sono esposti i disegni originali, furono pubblicati dopo la scomparsa della donna. 

Vuoi saperne di più? Scopri la mostra su Artsupp.com!

Marc Chagall. La storia di due mondi riflette dunque l’identità poliedrica dell’artista e i temi fondamentali della sua produzione: le origini ebree, Vitebsk, il ruolo di marito e quello dell’artista che illustra la Bibbia e diversi luoghi religiosi, come ad esempio l’interno di una Sinagoga a Safed.  

A completare il percorso espositivo, una selezione di oggetti rituali, usati nelle cerimonie religiose delle comunità ebraiche e che sono spesso raffigurati nelle opere di Chagall.

Cosa stai aspettando? Acquista i tuoi biglietti per Marc Chagall. La storia di due mondi su Artsupp.com!

(Visited 146 times, 1 visits today)