Cerca
Close this search box.

Guida alla mostra “Art Nouveau: Il trionfo della bellezza”

Picture of Artsupp
Artsupp

Fino al prossimo 26 gennaio la Reggia di Venaria ospita la mostra “Art Nouveau: Il trionfo della bellezza” dedicata a uno dei maggiori movimenti artistici che prese piede in Europa e negli Stati Uniti alla fin del XIX secolo.
Con un corpus di 200 opere la mostra, a cura di Katy Spurrell e Valerio Terraroli, racconta come l’Art Nouveau si impose per il suo stile nuovo e decisamente moderno caratterizzato da visionarie creazioni e dall’uso intensivo della linea curva e dell’arabesco. 
Per prepararvi al meglio alla visita, abbiamo pensato di regalarvi una guida alla mostra “Art Nouveau: Il trionfo della bellezza”.

Questa breve guida alla mostra “Art Nouveau: Il trionfo della bellezza” vi suggerirà delle chiavi di lettura che potranno rivelarsi utili durante la vostra visita.

Considerata come una corrente internazionale, l’Art Nouveau è un movimento che si diffonde in tutta Europa e Stati Uniti tra fine Ottocento e inizio Novecento. Si tratta di un movimento corale conosciuto sotto più denominazioni a seconda dell’area geografica a cui si fa rifermento. In Gran Bretagna prende il nome di Modern Style, Sezessionstil in Austria, Jugendstil in Germana, Modernismo in Spagna, Liberty in Italia.
Concepita come arte totale, l’Art Nouveau abbraccia l’intero universo della produzione artistica del tempo: dall’architettura, alla pittura, dall’arredamento alla scultura fino alla musica.

Contro la produzione Industriale

Le basi teoriche dell’Art Nouveau emergono in Gran Bretagna, con il movimento Arts & Crafts, il cui scopo è la rivalutazione dell’artigianato contro la schiacciante produzione industriale. Nemici delle derive dell’industrializzazione e del prosciugamento creativo che comporta, il movimento Arts & Crafts sostiene un ritorno allo spirito delle corporazioni medievali, lo studio del motivo naturale, e l’uso di forme purificate.

Il richiamo alla natura

Interno della boutique Fouquet di Parigi progettata da Mucha

Una delle caratteristiche più importanti dello stile Art Nouveau è l’ispirazione alla natura, di cui studia gli elementi strutturali.
L’Art Nouveau si basa sull’estetica delle linee curve, caratterizzato da inventiva, presenza di ritmi, colori, ornamenti, ispirati ad alberi, fiori, insetti, animali. Gli uccelli in particolare, sono frequentemente utilizzati come motivi decorativi. Le ali delle farfalle e delle libellule rientrano tra i soggetti preferiti, mentre i pavoni sono particolarmente apprezzati grazie al loro spettacolare piumaggio e i loro sfavillanti colori.

Linea curva e colore

La linea curva e il colore diventano protagonisti delle nuove forme, mentre materiali diversi sono chiamati ad esaltarne l’effetto decorativo. Non solo gli oggetti d’uso ma anche l’arredo urbano si rivolge alla varietà del mondo vegetale nella decorazione delle facciate dei palazzi, nei ferri battuti utilizzati per le stazioni, come ad esempio la celebre stazione della metropolitana di Parigi o i palazzi di Vienna e Bruxelles.

La figura femminile nell’Art Nouveau

Verso la fine del XIX secolo, si assiste a un notevole sviluppo e rafforzamento dello status della donna che assume, in quanto soggetto di ammirazione, rappresentazione e decorazione, una posizione di rilievo anche nell’arte del periodo fin de siècle.

Le donne acquisiscono maggiore indipendenza anche grazie alla grande rivoluzione del “dress reform movement”, che le rende più libere in materia di abbigliamento.
I corsetti vengono abbandonati per fare spazio a indumenti più pratici, confortevoli e più adatti alle attività all’aria aperta.
Gli stilisti dell’Art Nouveau iniziano a sviluppare abiti meno limitativi, più leggeri e più facili da indossare. Compaiono tessuti morbidi, trasparenti e linee sinuose con tonalità più moderne.

Non più solo moglie e madre ma anche artista e intellettuale, la  donna è senza dubbio il soggetto maggiormente rappresentato dagli artisti dell’Art Nouveau. 

Il tema più popolare dei manifesti in stile Art Nouveau sono quindi le donne, simbolo di modernità e bellezza.
Spesso circondate da fiori, snelle, attraenti, nude e con capelli fluenti, le donne vengono ritratte dagli artisti come esseri eterei, seducenti, femminili e altamente idealizzate. 

Alphonse Mucha, The Precious Stones (series), 1900

Ora che avete tutti gli strumenti necessari, non vi resta che andare a vedere di persona le straordinarie opere esposte alla Reggia di Venaria! Mentre aspettate di preparavi alla visita, su Artsupp potete godere di una piccola anteprima della mostra!!

Visita su Artsupp la mostra Art Nouveau: Il trionfo della bellezza, fino al 26 gennaio alla Reggia di Venaria

(Visited 256 times, 1 visits today)